unisa ITA  unisa ENG


Convegni Centro Linguistico

Convegni Precedenti

Il dizionario. Un incrocio di lingue. Presente, passato, futuro. 22-23 aprile 2010

Università degli Studi di Salerno

Aula delle Lauree Nicola Cilento


Seste giornate italiane dei dizionari
Organizzate da Giovanni Dotoli e Gisella Maiello

Tema del Convegno
Le Seste Giornate Italiane dei Dizionari fanno seguito a quelle di Monopoli, Benevento, Cagliari, Napoli e Roma. Gli organizzatori si prefiggono di favorire la riflessione sui contatti e sulle influenze reciproche
tra le lingue e le culture europee, che trovano nel dizionario monolingue e bilingue un luogo privilegiato di convergenza.


PRIN 2008

Le Seste Giornate Italiane dei Dizionari costituiscono una delle tappe scientifiche del progetto nazionale di ricerca PRIN 2008, Lessicografia e metalessicografia: il dizionario bilingue. La costruzione
di un nuovo dizionario bilingue francese-italiano/italianofrancese e di nuovi dizionari di specialità, diretto dal coordinatore nazionale Giovanni Dotoli, in collaborazione con i coordinatori locali Gabriele A. Bertozzi (Univ. di Chieti-Pescara), Carolina Diglio (Univ. di Napoli "Parthenope"), Gisella Maiello (Univ. di Salerno), Maria Teresa Puleio (Univ. di Catania).

 

Università degli Studi di Salerno

 

II Convegno Internazionale del Centro Linguistico di Ateneo

 

Database, corpora e insegnamenti linguistici

 

17-19 novembre 2011

dizionari elettronicismall

 

17 e 18 novembre

Aula Cilento, Campus di Fisciano

 

19 novembre

Sala Congressi, Hotel dei Principati, Baronissi

 

 

 

TEMA DEL CONVEGNO

 

Finalità del convegno è approfondire, con il contributo di esperti di diverse discipline, nell'ambito del panorama internazionale, i riferimenti disciplinari più ricorrenti negli studi inerenti l'analisi e l'elaborazione del linguaggio assistito da calcolatore, che riguardano contemporaneamente rami della linguistica, della psicologia, dell'informatica e della didattica: linguistica informatica, linguistica computazionale, traduzione automatica, statistica linguistica. Si discuterà su cosa debba intendersi per fruizione critica dei media, evidenziando come per la linguistica informatizzata si sia già formata una sicura tradizione di riflessioni teoriche e di applicazioni pratiche. Il territorio d'intervento si è di fatto esteso ampiamente e si sono moltiplicate le iniziative e le proposte di programmi specifici, rivolti soprattutto agli spogli lessicali, con l'obiettivo di arricchire banche dati e redigere molteplici liste di occorrenza. La diffusione di testi antichi e moderni, la costituzione di banche dati, l'accesso a una quantità infinita di risorse, la creazione di ipertesti didattici utilizzabili on-line saranno i principali temi affrontati. Si prenderanno in esame nuove forme di scrittura o di comunicazione in grado di fornire concrete opportunità per l'attuazione di una didattica linguistica innovativa ed efficace che integri la complessità di rappresentazioni delle informazioni con un'essenziale semplicità di utilizzo. Né verrà trascurata la riflessione sulla ricerca scientifica e sulle necessarie considerazioni critiche nel campo della linguistica,  della filologia, dell'analisi dei testi e delle nuove modalità di fruizione dei servizi di formazione linguistica.